Guide

Cosa sono e come usare i filtri Instagram: guida completa

14/12/2015

Tutto ciò che c’è da sapere per iniziare a usare i filtri Instagram e creare foto uniche con i famosi effetti Instagram.

Esistono 24 effetti Instagram disponibili gratuitamente per tutti gli utenti. Conoscere quali sono le caratteristiche, le somiglianze e le differenze è molto importante per tante ragioni. Ad esempio, scoprire quali effetti riscuotono più successo nel mondo di Instagram. Ti piacerebbe sapere in anticipo quali filtri utilizzare per avere migliaia di followers grazie ad una foto?

Filtri Instagram

Cosa sono i filtri Instagram

Il social fotografico più usato al mondo ama coccolare i suoi utenti aggiungendo nuovi effetti che consentono di creare contenuti (foto e video) di qualità.

I filtri sono degli effetti fotografici che ti aiutano a esaltare i particolari, migliorare i colori e ottimizzare la messa a fuoco dei tuoi scatti. Gli effetti Instagram sono 23 e sono tutti gratuiti. Sarebbe meglio dire 23+1! Il numero 1 è il no-filter, la foto così come è stata scattata, ovvero l’effetto Normal.

A proposito di questo effetto, va molto di moda l’hashtag #no-filter sulla foto più bella senza ritocchi! (un piccolo trucco da usare per aumentare i tuoi seguaci)

Di seguito impariamo a conoscerli uno ad uno.

23+1 Effetti Instagram (ovvero i Filtri)

Normal: senza filtro. La foto appare così come l’hai scattata senza alcun ritocco.

NB. Tieni conto che puoi aver modificato la foto e aggiunto effetti con altri programmi di ritocco che hai sul dispositivo. In ogni caso la foto risulta senza filtro su Instagram fino a quando non ne sceglierai uno.

Clarendon: aumenta l’esposizione e il contrasto. I toni appaiono più caldi. La luce è diffusa.

Gingham: la foto appare come sovraesposta. La luce è bianca e più forte al centro. I bordi perdono nitidezza.

Moon: sembra il classico bianco e nero. In realtà i toni sono quelli del grigio e del bianco. Lo sfondo perde in nitidezza e si dà risalto a ciò che sta in primo piano. L’esposizione è alta.

Lark: molto simile al filtro Clarendon. L’esposizione resta alta, ma i toni sono più tenui. Meno contrasto.

Reyes: l’esposizione molto alta riduce la messa a fuoco. L’immagine appare come velata di una luce bianca. Può sembrare quasi sfocata. I colori sono leggeri.

Juno: la luce è diffusa e i colori sono ben tonalizzati.

Slumber: bassa esposizione, si creano ombre. In alcuni punti il contrasto dei colori è più forte. Nell’insieme il centro è più in ombra rispetto ai bordi.

Crema: il nome di questo filtro richiama il colore della luce, che tende al crema, ai gialli quasi bianchi. Bassa esposizione soprattutto nell’area sinistra dell’immagine.

Ludwig: esplosione di colori e luce. Il contrasto è forte e l’esposizione buona.

Aden: la luce diffusa dal basso verso l’alto, ha i toni del rosso. Il contrasto è basso.

Perpetua: bassa esposizione, che aumenta dal basso verso l’alto. I contorni dell’immagine appaiono sfocati. Perde in nitidezza. Il contrasto è buono. I toni sono più intensi.

Amaro: aumenta l’esposizione al centro dell’immagine e riduce il contrasto. La foto appare sui toni celesti. Il centro della foto è più nitido, al contrario dei bordi. Serve in foto scure, quando si vuole aumentare la luce.

Mayfair: aumenta la saturazione e si ha un maggior contrasto. Si ha una maggiore esposizione al centro dell’immagine rispetto ai bordi.

Rise: è simile all’effetto Amaro. Serve per aumentare l’esposizione. Qui i toni vanno dal giallo al color crema.

Hudson: il colore prevalente è il blu. La luce proviene dal centro ed è fredda.

Valencia: aumenta l’esposizione ma stavolta i colori sono più caldi. L’effetto che produce è simile ad una foto antica, ma che conserva qualità.

X-PRO II: aumenta la saturazione e il contrasto. In questo modo, il centro della foto ha un effetto dorato e i bordi appaiono più scuri.

Sierra: addolcisce i toni e i colori delle foto e diminuisce la saturazione. È ideale per paesaggi o foto panoramiche.

Willow: apparentemente l’effetto è bianco e nero. In realtà i toni neri sono tendenti al grigio scuro e i bianchi al color avorio. Il contrasto è molto forte.

Lo-Fi: si mettono in evidenza le ombre e i colori sono più saturi. Nell’insieme l’immagine appare di bassa qualità.

Inkwell: il classico bianco e nero. L’esposizione è alta e la foto appare ben illuminata. Ma non si consiglia l’uso per foto scattate in notturno.

Hefe: è simile al filtro Lo-fi. Il risultato è un’alta saturazione con colori sul dorato e toni in contrasto. Alle volte la foto può sembrare sfocata.

Nashvill: il contrasto è basso. I toni vanno dal rosa al viola.

 

I filtri Instagram più popolari

Stiamo per scoprire i filtri più apprezzati dalla comunità di followers. Una gran fortuna sapere in anticipo quali filtri ti faranno guadagnare più likes! Non trovi?

Scatena la tua creatività e non smettere di osare. Infatti non è detto che un filtro popolare sia l’unico adatto per lo scatto che hai scelto di migliorare. Puoi creare foto belle e apprezzate anche con gli altri filtri.

Mi sono accorto che le foto più popolari sono quelle che raccontano un proprio stile di vita. Ad esempio le foto di case, bambini, feste, gioielli, famiglia, outfit, arredamento, animali.

Ecco i filtri più usati su Instagram:

  • Valencia
  • X-PRO II
  • Amaro
  • Nashville
  • Inkwell
  • Lo-Fi
  • Rise
  • Hudson
  • Hefe

Se hai qualche dubbio e vorresti un consiglio per una foto, scrivimi e ti aiuterò a scegliere il filtro Instagram più adatto al tuo scatto.


Leggi anche: