Instagram pods: i gruppi segreti che ti fanno crescere su Instagram

Instagram pods: i gruppi segreti che ti fanno crescere su Instagram

27/02/2018

In questa guida ti svelerò tutto sui gruppi segreti detti anche Instagram Pods: se il tuo scopo è quello di aumentare i follower devi assolutamente farne parte perché l’unione fa sempre la forza! Anche su Instagram!

Se non l’hai ancora fatto, dai anche un’occhiata alla guida in cui ti spiego i 10 metodi più efficaci per aumentare i tuoi seguaci.

Indice dei contenuti:

Gruppi Instagram Pod

Cosa sono gli Instagram Pod

Instagram PodLa parola pod è stata presa in prestito dalla biologia: in natura i pod sono gruppi o famiglie di delfini che vivono in armonia supportandosi gli uni con gli altri.

Gli Instagram Pod sono gruppi creati da utenti Instagram che vogliono “aiutarsi” a vicenda per far crescere i propri profili attraverso lo scambio reciproco di Mi piace e commenti.

Con l’uso dei pods potrai:

  • conoscere nuovi instagrammer e ampliare la rete dei tuoi contatti all’interno della tua nicchia
  • aumentare il numero di like e commenti
  • aumentare le probabilità che i tuoi post diventino virali grazie al potenziamento delle interazioni

Perché le interazioni sono così importanti? Non basta il contenuto, la bellezza della foto?

Evidentemente, no.

Ti sarà sicuramente capitato di postare fotografie stupende, con didascalie perfette, corredate di hashtag giusti e prendere una misera manciata di like. E poi di postare foto meno belle senza aspettarti granché e che invece hanno fanno il botto con centinaia di like e commenti.

È successo a tutti e il motivo te lo spiego subito.

È trascorso ormai più di un anno da quando Instagram ha deciso di non mostrare più i post secondo l’ordine cronologico ma privilegiando altri criteri.

Se l’algoritmo non considera rilevante ciò che pubblichi lo mostra di meno.

Per questo devi sviluppare una strategia e unirsi a più pod è tra le migliori che puoi mettere in atto.

Per capire a che servono i pod, perché esistono e come sfruttarli al meglio, sarà bene fare un ripasso di come funziona l’algoritmo di Instagram.

Come funziona l’algoritmo di Instagram

Il cambiamento introdotto nel 2016 fece storcere il naso a molti. Ma se si vuole continuare ad usare la piattaforma a proprio vantaggio è bene adeguarsi il prima possibile a tutti i suoi cambiamenti senza stare a lamentarsi troppo 😆

Ovviamente Instagram non svelerà mai i segreti dei suoi algoritmi (non ne ha mica uno solo!).

Di certo ci sono dei fattori che determinano la rilevanza dei nostri post e quindi l’ordine di apparizione nei feed degli utenti. 

🔵 Contenuti: agli utenti appaiono per primi i contenuti che piacciono di più. L’algoritmo “ricorda” quali sono i post a cui metti Mi Piace e tende a mostrarti quelli che hanno lo stesso tipo di contenuto.

🔵 Tempistiche: Instagram mostra i contenuti più recenti a seconda dei loro accessi. Se un utente usa poco l’app, per esempio una o due volte a settimana, vedrà anche post di tre giorni prima. Se invece usa spesso Instagram vedrà post recentissimi, anche appena caricati.

🔵 Engagement: il numero di Mi Piace e commenti dice all’algoritmo che il post è rilevante per gli utenti. Semplicemente più like e commenti prendi più il tuo post viene visto dalle persone.

🔵 Tempestività delle interazioni: affinché un post abbia davvero successo e compaia nella sezione “esplora” deve prendere tantissimi like nei primi 4-5 minuti.

🔵 Ricerca diretta: la ricerca di profili indica all’algoritmo che l’utente è interessato ai contenuti di quei profili e glieli mostrerà più spesso. Se il tuo profilo viene cercato spesso le tue foto appariranno con maggiore frequenza nei feed di chi ti cerca.

🔵 Condivisioni: l’algoritmo tiene conto anche dei post condivisi tramite Direct Message. Anche se questa condivisione non viene notificata e quindi non sappiamo se i nostri post sono stati condivisi o meno, è una forma di engagement e quindi un altro ‘punto di rilevanza’ a tuo favore.

Come funzionano gli Instagram Pod

Innanzitutto devi armarti di tempo perché sarai chiamato ad interagire in prima persona con gli “amici di pod” per ottenere dei risultati. Essendo gruppi di auto-aiuto seguono la logica del “like for like”, per cui ricevi esattamente quello che sei disposto a dare.Gruppi Instagram scambio like

Qui non si tratta di acquistare like e commenti o istruire un bot affinché interagisca per tuo conto. Usando i pod, l’engagement è reale e appare naturale agli occhi di Instagram.

➡ I pod sono formati da un numero variabile di persone, tra i 10 e i 30 (a volte anche di più) che si assumono l’impegno di seguirsi, pubblicare foto in determinati orari (chiamati “round”), commentarsi e mettersi i Mi Piace a vicenda. Le regole possono variare di poco, ma di base questo è quanto viene richiesto 👍

Ogni volta che un membro del pod pubblica una foto gli altri vengono avvisati con un messaggio lasciato nel gruppo e devono immediatamente andare a mettere Mi Piace e/o commentare. Il limite è un’ora al massimo dalla pubblicazione, per non perdere l’efficacia dell’interazione.

L’obiettivo è fare in modo che i post pubblicati dai “Podders” ottengano un numero molto elevato di like e commenti nei primissimi minuti dalla pubblicazione, in modo da comparire nella sezione “esplora relativa all’hashtag per cui si è in competizione.

L’esposizione ad un’audience maggiore, come sappiamo, aumenta la probabilità di accrescere la nostra base follower in modo organico.

Vediamo come sfruttare al meglio questi gruppi, ai quali puoi aggiungerti o che puoi creare tu stesso.

Come iscriversi ai Pod e dove trovarli

Come fare per aggiungersi a un pod? E dove trovarli dal momento che sono ‘segreti’?

Entrare a far parte di un Instagram Engagement Pod non è semplice: alcuni sono molto esclusivi e devi avere un elevato numero di follower per farne parte, mentre in altri si entra solo su invito di altri membri. Alcuni addirittura sono a pagamento, per cui bisogna fare molta attenzione e non essere imbrogliati.

Innanzitutto devi sapere che i Pods si formano su diverse piattaforme. Puoi trovare Pod su Instagram, Facebook e Telegram.

 Instagram 

Su Instagram trovare questi gruppi segreti è un pò complicato, in quanto devi metterti a studiare bene il comportamento degli influencer con cui vuoi interagire. Se ti accorgi che i primissimi like e commenti ai loro post più recenti provengono sempre dalle stesse persone, è assai probabile che facciano parte di un pod.

Cosa puoi fare? Ovvio: proponiti! 🙋‍♂️

Manda loro un messaggio e fai capire che sei interessato, ma deve essere mirato: tu vuoi like e commenti provenienti da instagrammer che fanno quello che fai tu. Sarebbe una forzatura (e probabilmente non ti accetterebbero la richiesta) se tu fossi un travel blogger che vuole inserirsi in un Pod di mamme blogger! 😅

NB: il numero massimo di partecipanti a un gruppo su Instagram è 30, per cui una buona strategia è quella di entrare a far parte di più pod relativi allo stesso tema (es viaggi, cucina, fashion, fitness, ecc.)

Facebook Facebook

Su Facebook di Pod ne trovi a valanghe. Basta cercare “Instagram Pods” e verranno fuori tanti di quei gruppi che avrai solo l’imbarazzo della scelta. Sono gruppi privati a cui potrai aggiungerti solo se la tua richiesta verrà approvata.


I criteri di selezione dipendono dalle loro regole, di solito vogliono sapere il motivo per cui vuoi entrare facendoti un paio di domande nel momento in cui ti unisci a loro. Alcuni sono tematici, altri no, alcuni sono enormi, altri più esclusivi e di nicchia.

Alcuni sono:

Marketing Mastermind PODS

Instagram Comment Pods™

Instagram Like & Comment Groups by Avenik

Si ma funzionano? Pare che i pod che si creano su Facebook siano troppo confusionari e  troppo grandi. Tentare non nuoce, perché una volta dentro avrai a disposizione più informazioni, potenziali nuovi contatti e potrai accedere a Pod più piccoli e di nicchia su altri canali segreti come 👇

telegram Telegram 

Telegram è molto comodo perché si possono usare bot per gestire i vari gruppi in modo automatico e con meno stress, soprattutto se si partecipa a parecchi pod.

Ti ho accennato già cosa sono i “round”. Durante un round vengono pubblicati contemporaneamente i post dei membri del Pod e subito dopo sono commentati e “piaciuti” dagli stessi. In una giornata possono esserci più round.

I gruppi più efficaci su Telegram per ottenere centinaia di like, funzionano in questo modo:

➡ Mezz’ora prima dell’orario scelto per la pubblicazione dei post l’admin del gruppo raccoglie le adesioni dei partecipanti a uno dei vari “round” della giornata. Dopo la raccolta, sempre l’admin compila una lista dei nominativi in modo da capire a chi andare a mettere like.

➡ Le foto vengono postate e ci si mette all’opera, andando a mettere cuori e/o lasciare commenti sotto tutte le foto dei partecipanti in lista nel giro di un’ora al massimo. Una volta finito, ciascuno comunica al gruppo che ha compiuto il suo dovere di “podder” 😉

Altri gruppi invece hanno regole meno rigide (soprattutto quelli di soli commenti) , postando e interagendo quando possono/vogliono anche se l’efficacia diminuisce considerevolmente.

🔥 Qui troverai una raccolta di gruppi telegram che potrà esserti utile 🔥

Creare un Instagram Pod

Abbiamo detto che non è sempre facile entrare in un pod.

Perché non crearne uno, allora?

Ecco come creare un Instagram Pod in tre semplici mosse:

1) Ricerca 🔍

Fai una ricerca di instagrammers dal profilo simile al tuo, sia come contenuti sia come numero di follower. Assicurati che siano attivi sulla piattaforma, che interagiscano e commentino spesso con i loro seguaci e che pubblichino foto con regolarità. Insomma, gente che ti sembra affidabile!

Cercane parecchi perché magari non tutti vorranno partecipare.

2)  Invita 🗣

Invia un messaggio diretto agli instagrammer che hai messo in lista, spiegando che hai mente di creare una piccola community, un gruppo di mutuo aiuto per far crescere i vostri profili e raggiungere più utenti.

3) Crea il gruppo e definisci le regole 🤝

È il momento di creare il gruppo e scegliere il nome: per creare immediatamente un senso di appartenenza coinvolgi i nuovi membri e scegliete insieme un nome carino per il vostro gruppo! Mettetevi poi a lavoro per stabilire insieme le regole del pod.

Consigli sul corretto utilizzo dei Pod

Indubbiamente i gruppi di engagement funzionano per crescere su Instagram, su questo non si discute.

Ma come sfruttarne tutte le potenzialità al 100%?

⬇Ecco alcuni consigli da seguire per usarli nel modo giusto ⬇

1) Unisciti o crea diversi tipi di Pod

L’unione fa la forza 💪 Quindi unisciti a più gruppi diversi tra loro, come ad esempio:

  • Gruppi di influencer della tua stessa nicchia, in modo da raggiungere anche la loro audience
  • Gruppi di brand: se hai un’attività unisciti anche a pod di brand, ma sempre della tua nicchia, per questioni di coerenza, immagine e di credibilità!
  • Instagrammer appassionati come te: gruppi di persone normali che hanno le tue stesse passioni. In questo modo i like e i commenti che darai e riceverai saranno più “naturali” possibili

2) Assicurati che i partecipanti al Pod abbiano una base follower e un’audience simile alla tua

In questo modo Instagram mostrerà più spesso i tuoi post a un numero maggiore di persone interessate davvero a quel tipo di contenuti e sarà più probabile che decidano di seguirti.

3) Time zone

Ricorda che se ti unisci a Pod di persone che vivono dall’altra parte del mondo potrebbero esserci dei cali di qualità dell’interazione se like e commenti non vengono lasciati nel giro di un’ora al massimo. Esempio: se che vivo io in Italia pubblico alle 10 am e tu che vivi in Cina mi metti il like sei ore dopo, lo sforzo viene vanificato.

4) Cambia spesso Pod

Se vedi che non ottieni risultati immediati, se noti che i membri del gruppo non seguono le regole, lascia il Pod ed entra in un altro (ecco perché devi entrare in tanti gruppi, non tutti sono efficaci ma non lo puoi sapere se non provi)

5) Qualità dei commenti

Assicurati che i commenti dati e lasciati siano “sinceri”, coerenti con il contenuto del post. Non scrivere e non lasciare che scrivano robe come “Awww” “Cute” “Super!” “Wow!” “Nice!” o peggio ancora, emoji senza testo.



Correresti il rischio di farlo sembrare spam!

Investi due secondi in più per scrivere commenti di qualità di almeno 5 parole e menzionando la persona con cui stai interagendo. Ovviamente lo stesso deve valere per i tuoi compagni di Pod 😉

6) Rispondi sempre ai commenti

Sia per buona educazione, sia perché sembrerà una conversazione sincera e incoraggerà altre persone a commentare.

7) Non intasare i Pod

Invia al massimo una o due foto al giorno e alterna i gruppi per diversificare.

Conclusioni

Come vedi i gruppi segreti di Instagram, tanto segreti poi non sono e non sono neanche miracolosi: richiedono molto tempo ed energie perché tu possa vedere risultati concreti.

Prima di unirti ai Pod valuta bene tutti i pro e i contro che questo comporterebbe e poi decidi se sono fanno al caso tuo per crescere su Instagram.

Se hai già provato gli Instagram Pod, raccontami com’è andata la tua esperienza qui nei commenti!

Condividi questo contenuto

Articoli che potrebbero interessarti

1 Comment

  • Reply Instalike 01/06/2018 at 7:55

    Ciao ☺️ è nato questo nuovo gruppo per scambio di like se vi va vi lascio il link https://t.me/joinchat/Bgoi9UzI8Jmw93enVDZo0w

  • Leave a Reply